Domando

login/registrati

Lavarsi i denti è una sana e importante abitudine di igiene personale, ma sai perchè è importante lavare i denti? E sai quante volte al giorno bisogna farlo? Leggi questo articolo per scoprire le risposte!



Perché bisogna lavarsi i denti?


Sembra anche a te di sentire ancora la voce di tua madre che ti dice: hai lavato i denti? A me sì! E oggi lo ripeto a mio figlio, più volte al giorno! Lavarsi i denti è come un comandamento nella bibbia dell’igiene personale, non si può evitare di rispettarlo!

Così come laviamo il viso e le mani per evitare che germi e batteri ci portino malanni vari, è bene lavare i denti accuratamente per evitare che placca e carie li danneggino.

Perché la placca danneggia i denti? La placca è una patina che si poggia sui denti, come una pellicola adesiva, e trattiene germi e batteri. I germi, i residui di cibo e i batteri che si depositano sui denti rovinano, con il tempo, lo smalto e anche le gengive… più tempo la placca resta sui nostri denti e più si amalgama con la saliva e aderisce anche agli spazi interdentali, depositandosi e trasformandosi man mano in tartaro.

La placca è invisibile ai nostri occhi perché prevalentemente incolore, mentre il tartaro, che è un deposito indurito, macchia i denti avendo un colore marrone-giallo e a volte nero. Lavando i denti con cura e costanza, evitiamo che la placca si depositi troppo a lungo.

Quante volte al giorno bisogna lavare i denti? La regola vera è quella che prescrive di lavarsi i denti dopo ogni pasto… considerando anche le merende pomeridiane e mattutine. Rispettare questa regola quotidianamente è a dir poco complicato e scomodo, tenendo presente lo stile di vita e ritmi odierni; allora si è convenuto che lavare i denti 3 volte al giorno è un buon compromesso per garantirsi una buona salute dentale.

Sai perché? Il motivo è semplice: dopo circa 8 ore la placca che si forma sui denti inizia a trasformarsi in tartaro che danneggia i denti e non è asportabile con il semplice spazzolino.

Come bisogna lavare i denti? Lo strumento per eccellenza è lo spazzolino, sia esso elettrico che manuale, anche se molti dentisti concordano nel ritenere che lo spazzolino elettrico sia il miglior alleato dell’igiene dentale perché effettua una pulizia più profonda e intensa.

Il tempo da dedicare allo spazzolamento dei denti deve essere di almeno di due minuti con movimenti sia rotatori che dall’alto verso il basso. Lo spazzolino elettrico attiva in automatico un movimento circolatorio delle setole, alla giusta intensità, quindi facilita la pulizia.

Altro amico che possiamo chiamare in aiuto nella pulizia dei denti è il filo interdentale: un filo sottile di nylon che si passa tra dente e dente e aiuta ad eliminare i residui di cibo che si incastrano tra i denti e che le setole dello spazzolino non riescono ad asportare.

Dopo aver lavato i denti, una passata veloce di colluttorio ci assicura un’igiene davvero completa al 100%

Mettendo in pratica queste semplici regole ci si garantisce una buona igiene orale, ma è sempre comunque bene prevedere una visita almeno annuale dal dentista per rimuovere la placca in eccesso e per controllare lo stato di salute dei denti e la presenza di eventuali carie.

»» Vedi anche perché bisogna lavarsi le mani.


Categorie dell'articolo:

Salute

Altri articoli in Salute:


Quanta acqua bere al giorno? L’acqua è fondamentale per la salute dell’organismo, bisogna bere quotidianamente e tenere sempre il corpo ben idratato


 
Domando © 2018 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze
Curiosità e informazioni utili, anche come schede didattiche o per ricerche scolastiche.