Domando

login/registrati

Affrontare un viaggio aereo con un neonato può far nascere qualche preoccupazione, vediamo come è possibile organizzarsi al meglio.



Come viaggiare in aereo con un neonato?



Dovete affrontare un viaggio in aereo insieme ad un bebè e vi state chiedendo come fare? Quali documenti bisogna presentare e come gestire tutto? Niente paura, è più semplice di quanto si pensi!

Innanzitutto occupatevi degli aspetti burocratici, per i quali è bene muoversi con anticipo. Per viaggiare con un bambino nell’ambito dell’Unione Europea è necessario presentare la sua carta d’identità, dove ci saranno indicati anche i dati dei suoi genitori. Se viaggiate per mete al di fuori dell’UE, sarà necessario il passaporto.

Per la prima ipotesi basta rivolgersi all'ufficio anagrafe del proprio comune di residenza per verificare che tipo di documentazione mostrare e quali moduli compilare, la carta d’identità sarà pronta in breve tempo.
Per il passaporto occorre più tempo e bisogna collegarsi al sito della Polizia di Stato o andare presso i loro uffici, compilare la richiesta e prendere appuntamento per poter procedere e ottenere il rilascio di un passaporto con validità triennale per i bimbi da 0 a 3 anni, quinquennale per i minori dai 3 ai 18 anni. In questo caso i tempi di rilascio sono decisamente maggiori rispetto alla carta d’identità.

Passando all'organizzazione più pratica... come gestisco il bimbo durante il viaggio? Come lo intrattengo? E come farò a farlo mangiare o bere?

Innanzitutto, se si tratta di un neonato che prende il latte materno, nessun problema! È tutto a portata di mano! :-D Se, invece, si nutre con latte in polvere o liquido, è necessario far presente ai controlli che viaggiate con un bebè. In ogni caso, sul sito di ogni compagnia aerea troverete le giuste indicazioni per capire come sistemarli nel bagaglio e non aver problemi. In linea generale, comunque, il latte e gli altri alimenti per i bambini, così come i medicinali, sono considerati essenziali, quindi non valgono i limiti predisposti per gli altri liquidi e difficilmente vi faranno problemi. Il latte liquido è sicuramente più comodo di quello in polvere che prevede che portiate su con voi anche l’acqua... quindi se riuscite, preferite quello liquido per questione di comodità. In ogni, per questioni di sicurezza è possibile che vi chiedano di assaggiarlo!

Per le medicine, per gli antipiretici preferite le supposte, per evitare flaconi liquidi e se vi occorre qualche farmaco liquido da portare con voi in cabina, fatevi compilare dal pediatra l’indicazione della necessità che il bimbo prenda il suddetto farmaco. Non è conveniente metterli in stiva, non si sa mai, se si dovessero perdere le valigie, un conto è comprare omogeneizzati o cibo da frullare e un conto è cercare un medicinale!

Portate con voi a bordo, nel bagaglio a mano, una serie di cambi, le salviette imbevute e qualche pannolino di più, meglio essere previdenti! Portate anche una felpina o una copertina per coprire il piccolo nel caso ci sia l’aria condizionata troppo forte.

È possibile portare con voi dei giochi per intrattenerlo, semplici e senza contenuto liquido all’interno.

Ultima cosa: il passeggino o il port-enfant! Come faccio a portarli con me? Niente panico! Di solito le compagnie aeree consentono, gratuitamente, il trasporto di due attrezzature per bambini: un passeggino e un seggiolino o il port-enfant, l’importante è registrarli al banco check-in. Esistono due opzioni: consegnare il passeggino in fase di registrazione con imbarco in stiva oppure sottobordo. La seconda opzione prevede che possiate tenere con voi il passeggino fino al momento dell’imbarco, quando il personale ritirerà il passeggino per poi restituirvelo al momento della discesa dell’aereo, sotto le scale. Di solito, questa opzione prevede l’applicazione di un tagliando sul passeggino, in alternativa, potrete poi recuperarlo al ritiro bagagli.

Una volta saliti in aereo, verificate la funzionalità dei bagni per poter procedere con comodità ad eventuali cambi, i bagni degli aerei sono provvisti di fasciatoi per bambini.

Quindi, come abbiamo visto, niente paura! Basta organizzarsi con un po’ di anticipo e tutto risulterà più semplice. Buon viaggio!

»» Ti può essere utile anche l'articolo su come si cambia il pannolino.


Categorie dell'articolo:

Cura bambini e neonati


 
Domando © 2018 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze