Domando

login/registrati

Le migliori commedie horror hanno la capacità di ricreare un mondo orrorifico non parodistico, in cui vengono sfruttati gli elementi della commedia che divertono lo spettatore, cadendo molto spesso nel black humor e nel grottesco. In questo articolo andremo ad elencare i migliori film di questo sottogenere della commedia.



Quali sono le migliori commedie horror?


La commedia horror ha due registi che hanno dato forma a questo genere cinematografico: il primo è Sam Raimi famoso per la trilogia La Casa, il secondo è Peter Jackson, famoso per aver fatto le trilogie del Signore degli anelli e lo Hobbit. Infatti prima di diventare registi di una certa fama, hanno girato film low budget che sono diventati dei cult e che hanno influenzato il cinema horror, soprattutto sul lato comico e grottesco. A seguire scopriamo i 10 film più iconici di questo genere.

Quella casa nel bosco: Film di Drew Goddard del 2011 che racconta la storia di un gruppo di amici che decide di andare in gita in una casetta isolata nella campagna per trascorrere un weekend di divertimento sfrenato. Qui subiranno l'attacco di orribili esseri sovrannaturali che li uccideranno a uno a uno. Il film si presenta come un classico horror che ha i soliti cliché, ma questi si ribalteranno completamente, dando all’opera le caratteristiche della commedia dell’orrore.

I Gremlins: Film 1984 diretto da Joe Dante che mette in scena la storia del giovane Billy che accoglie in casa un tenero cucciolo di Gremlin ma dovrà fare attenzione a tre semplici regole: non bagnarlo mai, tenerlo lontano dalla luce intensa e non dargli da mangiare dopo mezzanotte, altrimenti le conseguenze potrebbero essere catastrofiche. Film cult degli anni ottanta che unisce alla perfezione la presenza di questi mostri (i Gremlins) e scene grottesche di puro divertimento.

Finché morte non ci separi: Film del 2019 girato da due registi Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett che raccontano la storia di Grace che sposa l'uomo dei propri sogni presso la lussuosa magione della sua ricca ed eccentrica famiglia. La donna, però, sta per affrontare il peggiore degli incubi, inseguita dai suoceri che ne vogliono la morte. Film stupendo che merita di stare tra le migliori commedie horror degli ultimi 20 anni.

Un lupo mannaro americano a Londra: Capolavoro da parte di John Landis del 1981 che gira uno dei migliori film se non il migliore film sui licantropi. La trama racconta la storia di due giovani americani in vacanza che sono aggrediti dal lupo mannaro. Il superstite è destinato a trasformarsi in mostro, essendo stato colpito dal licantropo. Film incredibile che vinse anche la prima edizione del premio Oscar per trucco e acconciatura nel 1982.

Benvenuti a Zombieland: È un film del 2009 diretto da Ruben Fleischer dove un’apocalisse zombie ha decimato la popolazione e adesso gli zombi imperversano in ogni strada. Quattro sopravvissuti cercano un luogo dove poter ricominciare a vivere, tra incomprensioni reciproche, inganni e emozioni continue. Film dove la commedia fa da padrona è l’apocalisse di non morti fa da cornice per le storie e i sentimenti dei protagonisti.

Bad Taste (Fuori di testa): Primo lungometraggio prodotto e girato da Peter Jackson e realizzato con un budget veramente ridotto, infatti si sente una certa amatorialità. Anche con queste premesse il film ebbe dei discreti successi arrivando anche ad essere distribuito in Italia. Esce nel 1987 e racconta di quattro militari, membri della Lega Nazionale per la Difesa Aerea e Spaziale della Nuova Zelanda che giungono in una piccola città di pescatori per far fronte a una temibile invasione aliena.

La casa 2 (Evil Dead II): È un film del 1987, sequel e remake de La casa, girati entrambi da Sam Raimi. Capolavoro dell’horror che insieme al primo capitolo ha ispirato tutti i film splatter e gli horror che gli sono succeduti. Il film racconta la storia di una coppia che scopre un libro il necronomicon che risveglierà un'entità demoniaca che si impossesserà di Linda, la ragazza del protagonista Ash Williams. Ash per fermare il demone imbraccia un fucile e una motosega per combattere le forze del male. Sangue a fiumi e arti mozzati in quantità, che creano scene grottesche e surreali che faranno divertire lo spettatore.

Bubba To Tep: Il re è qui: È un film del 2002 scritto, diretto e prodotto da Don Coscarelli. Il film racconta la storia di Elvis Presley che dopo essersi scambiato d'identità con un imitatore anni prima della sua morte risiede in una casa di riposo. Qui si unisce a Jack, un anziano uomo di colore che pensa di essere John Kennedy, per combattere contro un'antica mummia egiziana. Bellissimo film che tratta la tematica della vecchiaia e che ha forse la migliore interpretazione di Bruce Campbell, un'icona del cinema horror per l'interpretazione di Ash Williams nella saga La Casa di Sam Raimi.

Splatters: gli schizzacervelli (Braindead): Scritto e diretto da Peter Jackson nel 1992, questo film diventerà un cult del genere splatter e del genere horror. La trama racconta la storia di Lionel Cosgrove che vive con sua madre, una donna autoritaria e possessiva che verrà morsa da una "scimmia-ratto". Il morso di questa scimmia, rubata all’inizio del film da un esploratore in Sumatra, trasforma la madre del povero Lionel in uno zombie. Da qui partiranno gli eventi che faranno diventare il film una vera e propria carneficina.

L’alba dei morti dementi (Shaun of the dead): È un film del 2004 diretto da Edgar Wright, che realizza un vero capolavoro e la migliore commedia horror del ventunesimo secolo. Film che rinfresca il genere “zombi” e che porta avanti la poetica di George Romero (il padre degli zombie movies), oltre a essere un omaggio ai suoi film. L’opera narra di Shaun che è un trentenne che conduce un'esistenza particolarmente noiosa e monotona che si ritroverà in mezzo a un’apocalisse zombie, accompagnato dal suo amico Ed.

»» Scopri anche perché piacciono i film horror.


Categorie dell'articolo:

Cinema

Altri articoli in Cinema:


Qual è il film più lungo al mondo? Il film più lungo mai realizzato e distribuito è svedese e dura ben 857 ore. È un'opera sperimentale sotto forma di documentario che ci farà viaggiare per l'Europa fino ad arrivare in Cina per seguire l'idea degli autori dell’opera.

Quali sono i migliori film ambientati a Roma? Roma è sempre stata una città amata dai registi, infatti è stata sempre utilizzata da sfondo per raccontare storie, sia dai registi italiani che da quelli stranieri. Non solo perché alle spalle ha Cinecittà, ma anche per la bellezza che può mostrare la città in sé, basta pensare al lungotevere e tutte le stradine e i vicoli stupendi in cui ti puoi perdere.


 
Domando © 2018 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze
Curiosità e informazioni utili, anche come schede didattiche o per ricerche scolastiche.