Domando

login/registrati

Ecco com’è formato il codice IBAN per i conti correnti italiani, quanto è lungo e che indicazioni contiene. Come riuscire ad estrapolare informazioni sul conto partendo dall’IBAN.



Quante lettere e numeri ha il codice IBAN?



Ti stai chiedendo com’è formato un IBAN e quanti caratteri contiene? Cosa sono le lettere e i numeri presenti? Ecco di seguito le risposte alle tue domande!

L’IBAN (acronimo di International Bank Account Number, ovvero numerazione internazionale dei conti bancari) è un codice diverso in base al paese a cui si riferisce e contiene informazioni univoche relative ad un conto corrente bancario. Il suo uso è obbligatorio per i bonifici.

La prima parte è la sigla internazionale standard, IT per Italia. Seguono i numeri di controllo (che permettono di controllare che l'intero IBAN sia corretto), e il CIN, un altro carattere di controllo, costituito da una lettera, che è ricavato tramite un algoritmo dalla parte restante dell'IBAN, sempre al fine di controllare che il tutto sia correttamente trascritto.

Al CIN segue l’ABI (Associazione Bancaria Italiana) che è un codice che identifica l’istituto di credito di riferimento e il CAB (Codice di Avviamento Bancario) che si riferisce alla filiale. Sia l'ABI che il CAB sono di cinque cifre. Infine segue il numero di conto corrente (12 cifre compresi gli eventuali zero iniziali).

Quindi, in sintesi, l’IBAN in Italia è composto da un totale di 27 caratteri, così suddivisi:
Sigla internazionale (IT) - numeri di controllo (due cifre) - CIN (una lettera) - ABI e CAB (cinque cifre ognuno) - numero di conto (12 cifre).

Ecco qui come puoi quindi ricavare velocemente e senza errori il numero di conto partendo dall’IBAN.


 
Domando © 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze